//
stai leggendo...
Vari argomenti

Angelone il Bugiardone

In una nota al Giornale Locale l’amministratore unico della SapNa cerca di difendersi dalle nostre osservazioni scivolando spesso però nel ridicolo:

1. abbiamo detto in occasione dell’interrogazione di Zaratti e Ferrara in Commissione Ambiente che “A distanza di un anno, dopo la vicenda dell’ordinanza di chiusura dello STIR da parte del Sindaco di Tufino e la conseguente sospensiva emessa dal TAR su ricorso della SAPNA insieme all’intervento del prefetto di Napoli Musolino… non si sono avute più notizie o rapporti sulla gestione dell’impianto”; dopo quella volta, a distanza di un anno appunto, niente viene comunicato o relazionato o almeno reso pubblico nonostante il fatto che comincino ad aumentare i miasmi e nello Stir sono avvenuti dei cambiamenti, checché ne dica Angelone e la relazione inoltrata dalla SapNa dopo il controllo/blitz che si limitava a quel preciso momento;

2. a proposito dei miasmi Angelone nella nota diramata “si dà la zappa sui piedi” quando dice che “con determina dell’Amministratore Unico è stata disposta l’installazione di un impianto fisso di nebulizzazione di capacità e potenzialità tali da garantire la neutralizzazione degli odori derivanti dal trattamento dei rifiuti, intervento la cui esecuzione anticipata è stata ordinata in data 8 ottobre 2014 ed è attualmente in corso di realizzazione”, ammettendo così che i miasmi ci sono eccome, tanto è vero che risulta necessario abbatterli con un impianto di nebulizzazione che però non è stato ancora realizzato;

3. infine Angelone, in merito al processo di biostabilizzazione, dice che il brevetto della società che aveva l’incarico della manutenzione è risultato falso, e lo ha detto mentendo spudoratamente dato che innanzitutto non esistono brevetti falsi ma al massimo false dichiarazioni, e soprattutto perché quella società ha attualmente in corso la domanda di brevetto la quale prevede anche una copertura a tutela giuridica (cosa facilmente verificabile attraverso l’EPO, European Patent Office).

Ad Angelone quindi diciamo che noi, come altre forze che ci hanno sostenuto e che hanno i nostri stessi dubbi, mai ci stancheremo di sottolineare le criticità del territorio, e una di queste, forse la più importante, è proprio quella dello Stir, un impianto che non può essere gestito come un’azienda privata ma che deve essere accessibile e trasparente per una popolazione che troppe volte ha subito decisioni dall’alto e che invece ora è pronta ad opporsi quando necessario. E gli diciamo anche che ormai queste sono carte conosciute, nessuno ci prende più in giro.

Noi facciamo la nostra parte come forza politica, e pretendiamo lo stesso dal Consiglio Comunale di Tufino, maggioranza e opposizione che invece dormono senza pensieri, pretendiamo serietà dall’Arpac che invece non riesce a fare neanche un misero intervento non avendo alcuna strumentazione a disposizione dell’unità territoriale di Tufino. Non è possibile (o forse sì?) che siamo l’unico gruppo che si interessa dei temi centrali che affliggono la comunità. E se fosse così allora ci caricheremo noi del peso e porteremo avanti le nostre battaglie.

Annunci

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Calendario

ottobre: 2014
L M M G V S D
« Set   Dic »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Archivio

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: