//
stai leggendo...
Vari argomenti

DICHIARAZIONE SULL’EMERGENZA ESONDAZIONE REGI LAGNI

Di seguito il testo del documento politico (riguardante la questione dei regi lagni e dell’esondazione) che proponiamo alle forze politiche e associative di Tufino. Domani 14 luglio 2014 a partire dalle 19:00 sarà possibile sottoscrivere il documento nella sede di Associazione Per Tufino in corso Garibaldi n°39

DICHIARAZIONE SULL’EMERGENZA ESONDAZIONE REGI LAGNI

Il 19 giugno 2014 le forti piogge hanno provocato l’esondazione dei regi lagni in diversi punti dell’area nolana. Il territorio del Comune di Tufino è stato tra i più colpiti con danni ingenti (ancora da quantificare) a beni mobili e immobili.

Si deve subito precisare, però, che l’evento meteorologico non è la diretta causa dell’esondazione: la mancata manutenzione e pulizia dei regi lagni ha, di fatto, impedito il normale defluire delle acque, a causa di una fitta vegetazione e di rifiuti di ogni genere (come documentato da foto e video precedenti al 19 giugno della presenza lungo gli alvei) all’interno degli alvei.

Più di 10 anni, troppi, sono trascorsi senza il minimo intervento da parte delle istituzioni e in particolare della Regione Campania (soggetto competente in materia), nonostante opere strutturali più volte annunciate e mai messe in atto.

E’ appena il caso di precisare come in questi anni diverse volte siano stati annunciati interventi di manutenzione puntualmente disattesi:

  • già nel 2010 la Giunta Regionale della Campania, su proposta dell’assessore Regionale all’agricoltura Gianfranco Nappi, dell’assessore all’ambiente Walter Gianapini e dell’assessore ai lavori pubblici Oberdan Forlenza, aveva approvato una delibera sul finanziamento programmatico di interventi di manutenzione ordinaria dei corsi d’acqua afferenti al bacino dei Regi Lagni, prevedendo a favore dell’area nolana un finanziamento di 3 milioni di euro per il risanamento ed il riassetto dei canali di Boscofangone, Gaudo e Quindici, affidati, secondo le rispettive competenze, al Consorzio Generale di Bonifica del Bacino Inferiore del Volturno e ai dieci comuni dell’area nolana sottoscrittori del Protocollo di Intesa (Nola, Cimitile, Comiziano, Saviano, Casamarciano, Tufino, San Vitaliano, Somma Vesuviana e Ottaviano) ;
  • egualmente nel novembre 2012 sono stati annunciati dall’assessore all’agricoltura Daniele Nugnes e dall’assessore ai Lavori Pubblici, Protezione civile e difesa del suolo, Edoardo Cosenza, l’apertura di cantieri sempre per interventi relativi alla manutenzione del reticolo idrografico dei Regi Lagni dell’area nolana, “particolarmente a rischio esondazione”, iniziando in particolare dall’alveo Gaudo, affidati questa volta alla società regionale SMA Campania;
  • da ultimo ancora, a marzo 2014, è stato annunciato, sempre dall’assessore Regionale ai Lavori Pubblici, Edoardo Cosenza, nuovamente lo stanziamento di 12 milioni di euro per lavori di manutenzione dei Regi Lagni dell’area nolana, affidati questa volta alla società Campania Ambiente e che sarebbero dovuti partire già a luglio di quest’anno.

Le forze politiche e associative sottoscriventi il presente documento rifiutano l’idea di una gestione di tipo emergenziale o commissariale. Gli interventi “una tantum”, che pure sono stati richiesti ma non effettuati, non possono risolvere un problema, che invece ha bisogno di un serio programma pluriennale strutturato, soprattutto effettivamente realizzato attraverso una gestione chiara in riferimento alle responsabilità e alle competenze.

Pertanto le forze politiche e associative sottoscriventi, in base alla discussione pubblica tenutasi il giorno 28 giugno 2014,

SI IMPEGNANO

1. a chiamare alle proprie responsabilità tutti i livelli delle proprie organizzazioni che, dentro e fuori le istituzioni, possono favorire la risoluzione della problematica attraverso gli strumenti esistenti;

2. a costruire iniziative di pressione nei confronti della Regione Campania valutando, di volta in volta, anche la possibilità di adire le vie legali;

3. a estendere l’iniziativa alle forze politiche e associative dell’area nolana, nonché a soggetti con interessi di protezione ambientale di livello regionale e nazionale.

Inoltre le forze politiche e associative sottoscriventi

CHIEDONO ALL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI TUFINO

1. una rendicontazione delle attività e degli impegni presi riguardo alla messa in sicurezza dei regi lagni e la riparazione dei danni subiti dai cittadini;

2. un intervento di pulizia degli alvei in danno alla Regione Campania nel caso in cui quest’ultima non dovesse intervenire celermente.

Infine le forze politiche e associative sottoscriventi offrono consulenza gratuita ai residenti che, avendo subito danni, vogliano intraprendere le vie legali nei confronti della Regione Campania per l’eventuale risarcimento dei danni.

Annunci

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Calendario

luglio: 2014
L M M G V S D
« Mar   Ago »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

Archivio

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: