//
stai leggendo...
Vari argomenti

SI FACCIA CHIAREZZA

Riportiamo il VERBALE DELL’INCONTRO TRA L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI TUFINO E LE ORGANIZZAZIONI SINDACALI (CGIL – CISL – UIL) in merito alla vicenda dei 15 dipendenti comunali a rischio licenziamento. La novità è che il Sindaco, sollecitato da una domanda del rappresentante della CGIL, dichiara che c’è un risvolto penale sulla procedura e che non può dare altre informazioni in merito. Questo è un fatto che ha risvolti gravi sull’intera vicenda e auspichiamo che si faccia chiarezza al più presto e che nel frattempo i lavoratori possano svolgere le loro mansioni in un clima di serenità e che possano conservare le proprie posizioni lavorative prima e dopo eventuali pronunciamenti. Chiediamo inoltre all’Amministrazione Comunale di tutelare in ogni forma e sede gli interessi di lavoratori che hanno maturato esperienza importante e cittadini che dovrebbero godere di servizi migliori.

VERBALE INCONTRO AMMINISTRAZIONE COMUNALE – ORGANIZZAZIONI SINDACALI CGIL – CISL – UIL
L’anno duemilatredici il giorno ventisei del mese di settembre alle ore 17:00 presso la casa comunale, ufficio del sindaco, a seguito di apposita convocazione con nota protocollo 5174 del 17/09/2013 sono presenti:
IL SINDACO – Mascolo
IL RAPPRESENTANTE CGIL – Velardi
IL RAPPRESENTANTE CISL – Orefice
IL RAPPRESENTANTE UIL – Di Matteo
IL RESPONSABILE SETTORE VIGILANZA – Arvonio
IL RESPONSABILE SETTORE AMMINISTRATIVO – Vitale
Il Sindaco espone la posizione dell’Amministrazione precisando che, conoscendo gli atti della stabilizzazione, si è ritenuto opportuno chiedere un parere alla Funzione Pubblica che ha risposto con la nota allegata alla delibera di Giunta Comunale 42/2013.
Il rappresentante CISL Orefice chiede al Sindaco quale è il punto del parere della Funzione Pubblica dove si dice che la procedura è illegittima.
Il Sindaco precisa che il suo legale nella nota ha rilevato la presenza di illegittimità.
Orefice dà lettura dell’ultima parte della nota della Funzione Pubblica dove si evidenzia che si dichiara non competente per giudicare la questione nel merito.
Velardi ribadisce che la Funzione Pubblica con il parere non è entrata nel merito e pertanto non si è espressa sulla procedura di stabilizzazione in oggetto indicando in altri soggetti quelli deputati a farlo.
Di Matteo precisa che deve essere il funzionario ad intervenire in autotutela.
Arvonio interviene precisando che la procedura di stabilizzazione nasce con un parere negativo del Segretario Comunale.
Velardi ritiene di dover fare una domanda pregiudiziale al Sindaco in merito al sentore di qualche risvolto penale sulla procedura.
Il Sindaco risponde di sì e non può dare altre informazioni.
Velardi precisa che per lui il tavolo è chiuso.
Orefice chiede al Sindaco come ritiene di coprire i servizi che verranno smantellati.
Il Sindaco risponde che ad oggi non è stato ancora deciso niente visto che la procedura è ancora in corso.
Di Matteo mette in evidenza che si tratta di lavoratori precari che anche il Decreto del Fare approvato di recente vuole tutelare.
Il Sindaco precisa che l’Amministrazione non sta facendo speculazione politica.
Di Matteo chiede cosa intende fare l’Amministrazione nei confronti dei lavoratori.
Orefice chiede se si tratta di un problema politico o amministrativo.
Il Sindaco risponde che si tratta di un problema amministrativo.
Orefice chiede al Sindaco come mai è stato notificato l’avvio del procedimento senza informare la CISL come era stato detto nel precedente incontro.
Di Matteo dà lettura del contenuto delle note dei responsabili di settore come citate nella delibera 42/2013.
Orefice chiede al Sindaco come intende procedere con i servizi.
Il Sindaco precisa che la procedura non è stata ancora chiusa e non si sa ancora se si arriverà all’annullamento.
Di Matteo ribadisce che si tratta di un atto politico.
Velardi fa una dichiarazione: “alla luce delle dichiarazioni precedentemente fornite dal Sindaco chiede di sospendere ogni atto in essere fino alle conclusioni delle presunte indagini e accertamenti giudiziari in corso. Si riserva infine ogni iniziativa finalizzata alla tutela dei legittimi diritti e interessi dei lavoratori in questione”.
I rappresentanti della CISL e della UIL si associano alla dichiarazione del rappresentante CGIL.

Annunci

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Calendario

settembre: 2013
L M M G V S D
« Ago   Ott »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30  

Archivio

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: