//
stai leggendo...
Vari argomenti

LORO I GALLI, NOI I POLLI

Ci complimentiamo per la sensibilità civica dimostrata dagli addetti all’Ufficio tributi che non sopportano che i cittadini vengono paragonati a polli da spennare. E infatti anche noi non sopportiamo che l’Amministrazione Comunale e la minoranza consiliare ci trattino come tali.

Imporre nel 2013 tasse comunali per circa 2 milioni di reddito  a noi sembra proprio spennare i propri amministrati. E del resto su questo sono d’accordo anche “noi dell’Ufficio tributi” quando dicono nel loro manifesto (rigo 24) che hanno davvero tartassato i cittadini (si tartassa anche facendo pagare la tassa più alta d’Italia  per la TARSU E PER LA TARES, o no?). Questa è la realtà.

E veniamo all’ evasione.

Nella determina n°8  del 04/07/2013 il responsabile dell’Ufficio Tributi nel ruolo provvisorio di anticipazione Tares riassume in mq 105.456 per 1387 contribuenti. Ne diamo un estratto:

ESTRATTO

Comunque apprendiamo  (anche se non capiamo come i dati siano così variabili) che i metri tassati sono 161.312 (altri numeri) Comunque pochi in rapporto all’abusato confronto con Comiziano che è meno della metà della nostra cara Tufino.

Noi pensiamo che la lotta all’evasione sia compito e responsabilità dell’Amministrazione Comunale eletta che deve dare  i necessari  input ai dirigenti. Non ci siamo mai sognati di colpevolizzare i dipendenti.

Quindi ribadiamo: a Tufino l’Amministrazione Comunale tollera, o addirittura favorisce l’evasione della Tarsu ( e ora della Tares).

Ci vengono spontanee alcune domande: quanto pagano le attività produttive (vani principali accessori e pertinenze)(lettera g, art.8 regolamento comunale TARSU); quanto pagano gli esercizi pubblici, gli alberghi, i negozi. Sarebbe interessante avere un quadro generale. Nei prossimi giorni, chiederemo di prendere visione dei ruoli Tarsu e Tares, magari proprio insieme a Luigi, Giovanni e Mario riusciremo a far emergere tutti i problemi per cercare una soluzione diversa rispetto a quella di tartassare i cittadini.

Conosciamo i ruoli e i compiti dell’amministratore e del dipendente comunale. E quando si decide di essere un po’ leziosi lo si sia a tono: ci si assicuri di aver compreso quello che si è letto. Non parlavamo di forma ma di contenuto. Non era in discussione la possibilità di stabilire rate e scadenze della Tares (previsto dalla legge) ma  di considerare, nello stabilire le tariffe, il presunto costo del servizio 2013 e non il costo (eccessivo) della TARSU 2012, la qual cosa avrebbe comportato la riduzione della tariffa Tares  di circa un quinto (20% per non essere fraintesi). Come si vede bastava  una semplice operazione per far sentire i Tufinesi  meno polli e più cittadini.

Annunci

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Calendario

luglio: 2013
L M M G V S D
« Giu   Ago »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Archivio

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: